Crea sito
Stampa

L'assassino ha riservato nove poltrone è un film del 1974, diretto dal regista Giuseppe Bennati.

 

 

 

 

 

 

 

(TRAMA)

Un ricchissimo inglese di antica nobiltà, Patrick Davenant, la sera del giorno del suo compleanno, invita alcuni amici a visitare il vecchio teatro situato nel palazzo di famiglia e che da cent'anni è chiuso, da quando, cioè, una famiglia vi era rimasta chiusa e vi era interamente perita. I protagonisti della tragica nottata sono: Rebecca la sorella di Patrick, con Doris sua amica intima. Lynn figlia dello stesso con il fidanzato Duncan. Viviana prima moglie di Patrick, con l'attuale marito dr. Dalbert; Kim attricetta fidanzata al padrone di casa, con l'amante Russel. Appena la comitiva, cui è da aggiungere un misterioso personaggio, accompagnato da un guru, entra nel locale, tutte le porte si chiudono; quindi inizia una catena di delitti e di orrori che compie pressoché ritualmente Patrick, secondo una maledizione secolare. Solo Viviana riuscirà a sussistere e a trovare l'unica via d'uscita.


(TRAILER CINEMATOGRAFICO)

 

(Inventiva pellicola che inizia come un giallo gotico incrociato con “Dieci Piccoli Indiani” – un gioco al massacro di alti borghesi decadenti e viziosi - ma che presto vira consapevolmente verso il fantastico e il mystery-tale. Il lugubre teatro è il luogo insieme fisico e ultraterreno da cui promana un’atmosfera tesa e arcana, intensificata dalle musiche di Savina e soprattutto dalla figura dell’ “uomo in guru”, sfuggente maestro di cerimonie ed enigmatico araldo di forze soprannaturali. Il ricco cast femminile si prodiga in danze audaci e disinibiti nudi nell’abbraccio di Eros e Thanatos.)

Da SpaziHorror (Genere: Thriller)